I commercianti di Carini incontrano Giunta e Consiglio Comunale

Questa mattina, facendo seguito ad una richiesta pervenuta alcuni giorni fa, una rappresentanza dei commercianti del centro storico di Carini ha incontrato la Giunta Comunale ed i Capi Gruppo del Consiglio Comunale, assente il Sindaco Monteleone per motivi di salute.

Poco prima dell’incontro gli stessi rappresentanti avevano protocollato una richiesta, supportata da circa 3.000 firme, con la quale richiedono la riapertura di Piazza Duomo al traffico veicolare.

Portavoce della richiesta dei commercianti il delegato di Confesercenti di Carini, Vincenzo Evola, e Gianfranco Lo Piccolo, i quali hanno preso la parola tra i banchi dell’aula consiliare, supportati da una rappresentanza di commercianti, guidati dal “decano” Santo Mannino, 77 anni dei quali 70 nel commercio attivo di Carini.

Ad introdurre i lavori il Presidente del Consiglio Comunale Pietro Mannino, nel puro spirito di collaborazione che vuole contraddistinguere quanto fatto fin’ora e quanto ci si appresta a fare.

Vincenzo Evola ha chiesto di cercare insieme una soluzione a questa scelta dell’amministrazione comunale di chiudere Piazza Duomo al traffico, che sta mettendo in ginocchio quello che è il risultato di generazioni di commercianti. Gianfranco Lo Piccolo ha ribadito la possibilità di utilizzare la Piazza in più modalità durante il giorno, sfruttando le sue caratteristiche.

L'aula consiliare con i commercianti e l'amministrazione comunale
L’aula consiliare con i commercianti e l’amministrazione comunale

Daniele Gambino, dell’omonimo negozio di abbigliamento, ha fatto presente che ai commercianti del centro storico di Carini è stato chiesto dall’amministrazione comunale tempo affinché attecchisca l’iniziativa di pedonalizzazione, solo che i commercianti non riescono più a resistere ed il calo dei clienti è ogni giorno più evidente.

Lamentele anche dal farmacista Franz Governanti, che non riesce ad effettuare al meglio il proprio servizio pubblico di farmacia di turno, a causa di alcune storture nella gestione di Piazza Duomo, che spesso hanno arrecato pure difficoltà ai mezzi di soccorso del 118.

Le risposte dell’amministrazione sono pervenute dall’Assessore alle attività produttive e turismo Salvo Badalamenti che, da commerciante del centro storico ma anche da fondatore e componente del Centro Commerciale Naturale “Carini Centro”, ha ricordato quanto fatto negli anni scorsi per chiedere la pedonalizzazione del centro storico e la sua rivalutazione… oggi che finalmente un’amministrazione lo sta facendo si dovrebbe collaborare tutti insieme.

Stesso tenore da parte dell’Assessore al Bilancio Enzo Alamia, il quale ha ricordato che il progetto di chiusura del centro storico è sperimentale e suscettibile di modifiche. Anche lui ha ricordato quanto fatto in passato, in particolare ai tempi della giunta La Fata della quale era vice Sindaco ed assessore alle attività produttive, e che la crisi la conosce bene, essendo lui un consulente fiscale e che tra i suoi clienti ha pure il Centro Commerciale Naturale, esempio di occasione fallita da parte di molti commercianti.

Conclude gli interventi l’Assessore alla viabilità Franco Candela, il quale ribadisce la volontà dell’amministrazione al confronto con tutte le parti e la necessità di questo intervento per salvaguardare il futuro dei commercianti del centro storico di Carini, ridotto alla fame non solo dalla crisi ma soprattutto dalla mancata programmazione del passato. Conferma la volontà dell’amministrazione comunale ad una piena collaborazione e si dice favorevole alla proposta di un tavolo tecnico in tempi brevi. Purtroppo l’amministrazione deve fare i conti con pesanti problemi di bilancio, che devono essere affrontati entro il 31 dicembre. Critica le lamentele di molti sulla mancanza di posteggi, evidenziando come il bus navetta predisposto viaggi praticamente vuoto… evidenza che i posteggi nel centro storico si trovano. Si sta sviluppando un progetto che tiene conto di tutte le variabili e sulle quali si è pronti a confrontarsi.

Dopo questo intervento l’incontro viene aggiornato al primo giorno utile per il tavolo tecnico, che vedrà confrontarsi l’amministrazione comunale con una rappresentanza di commercianti.