Cinisi: la Rigenerazione e le contese in consiglio comunale

Martedì 24 Maggio 2016 si è svolta una seduta ordinaria del Consiglio Comunale di Cinisi. I primi punti all’ordine del giorno riguardavano l’approvazione di 5 debiti fuori bilancio, sorti a seguito di sentenze giudiziali in cui il Comune di Cinisi è risultato soccombente. Ancora una volta ci teniamo a sottolineare che questi debiti potevano essere evitati dall’Amministrazione comunale in quanto determinati dalla scadenza dei vincoli del P.R.G. preordinati all’esproprio. L’Amministrazione, nella persona dell’Assessore al ramo Ruffino, non si è adoperata per rinnovare i vincoli del P.R.G. e la Regione ha nominato un Commissario ad acta per provvedere all’inerzia dell’ente. Questo, a nostro avviso, ha generato e genererà per il nostro Comune un doppio danno: da un lato ci troveremo a dovere provvedere a ulteriori debiti fuori bilancio che sorgeranno a seguito dei ricorsi dei privati; dall’altro si danneggerà lo sviluppo di Cinisi, perché il P.R.G. è uno strumento importantissimo per indirizzare lo sviluppo economico e sociale di un territorio. Questi debiti sono stati approvati con il voto favorevole dei consiglieri di maggioranza, i quali continuano a difendere in maniera irresponsabile questo modus operandi in materia di debiti fuori bilancio, ignorando le raccomandazioni che ogni anno la Corte dei Conti ci invia.
Tra le interrogazioni all’ordine del giorno, siamo riusciti finalmente a discutere (l’interrogazione è stata protocollata nel mese di febbraio ma a causa di una serie di rinvii strumentali si è arrivati alla seduta in oggetto) quella sui finanziamenti persi dal Comune di Cinisi per il Carnevale 2016 e per un’altra manifestazione estiva, le cui istanze sono state rigettate dalla Regione. In entrambi i casi la responsabilità è da ricondurre all’Amministrazione Comunale che ha presentato istanza oltre il termine utile (in un caso) e ha commesso errori materiali nella presentazione della stessa (nell’altro caso). Più volte abbiamo sollecitato l’Amministrazione a intervenire per rendere operativo un ufficio ad hoc che si occupi di reperire fondi europei e regionali e che lavori sui progetti da presentare, ma è stato inutile. Il Sindaco, nella risposta all’interrogazione, ha mostrato una certa arroganza, lasciandosi andare ad un comizio veramente inaccettabile. Dopo avere elencato una sfilza di finanziamenti che, a suo dire, l’Amministrazione è riuscita a reperire (dichiarazioni da verificare), il Sindaco non ha risposto alla nostra interrogazione adducendo fantomatiche motivazioni giuridiche e non ha saputo spiegare i motivi per i quali si è perso questo finanziamento, mostrando anche un certo nervosismo, segno di una difficoltà evidente. Più volte, durante il suo intervento, il Sindaco ha offeso la nostra rappresentante Conny Impastato accusandola di scarsa preparazione, anzi di ignoranza, dimostrando mancanza di stile e di buone maniere; si è dimostrato assolutamente inopportuno e inadeguato al ruolo che ricopre.
Due sono state le mozioni all’ordine del giorno di cui siamo stati firmatari. La prima relativa all’adozione di misure per la spiaggia Magaggiari (anche questa protocollata a inizio aprile) in vista della stagione estiva. Alcune delle richieste contenute nella mozione sono state fortunatamente attuate e abbiamo dato atto all’Assessore al ramo Biundo di avere predisposto un bando per l’affidamento della spiaggia sicuramente più completo rispetto alla precedente gestione, ma abbiamo anche sottolineato alcune criticità. Innanzitutto si sarebbe dovuto impedire di partecipare alla gara a quelle società che hanno debiti con il Comune di Cinisi, proprio in virtù della loro inaffidabilità, aspetto non previsto all’interno del bando. Inoltre nella mozione abbiamo chiesto di dotare il parcheggio di aree di sosta per bici, di abbattere le barriere architettoniche per favorire la fruizione della spiaggia ai disabili e di predisporre un servizio di navetta per collegare il centro abitato alla spiaggia.
L’Assessore Biundo ha dichiarato che alcuni di questi servizi saranno messi a disposizione dalla ditta
aggiudicataria della gara; staremo a vedere e auspichiamo una soluzione in tempi brevi. L’ultima richiesta
riguardava il riconoscimento ai residenti di uno sconto sul parcheggio, richiesta da noi effettuata anche
nella stagione scorsa ma mai messa in atto. Su questo punto si è verificato lo scontro con i consiglieri di
maggioranza, i quali hanno bocciato la mozione con la motivazione che si tratterebbe di un provvedimento
che non sarebbe sostenibile dal punto di vista finanziario. Questa motivazione, a nostro avviso, non ha
nessuna credibilità, perché non suffragata da alcun parere degli uffici, che non si sono pronunciati in
merito.
Infine nell’altra mozione presentata chiedevamo, insieme agli altri gruppi di opposizione, di aumentare dal
5 al 10% lo sconto sulla TARI ai cittadini che effettuano il compostaggio domestico e conferiscono rifiuti differenziati al centro comunale di raccolta. Inoltre si chiedeva di procedere all’acquisto di una bilancia
pesa rifiuti per riconoscere lo sconto suddetto sulla base del quantitativo conferito. A nostro avviso si
trattava di una misura che avrebbe potuto incentivare e incrementare la raccolta differenziata nel nostro
territorio, avviata nel mese di febbraio. Se vogliamo raggiungere gli obiettivi fissati dalla legge e scongiurare
il pericolo della ecotassa regionale dobbiamo fare di più e la proposta andava in questa direzione.
Purtroppo la maggioranza ha bocciato anche questa mozione per motivi da ricondurre a ragioni, a detta dei
consiglieri, finanziarie e di bilancio. Non condividiamo questa posizione perché riteniamo che ci siano i
margini per questo intervento, visto che il mancato conferimento in discarica di questi mesi determinerà
certamente una riduzione dei costi di smaltimento, riduzione che avrebbe permesso l’adozione di questo
incentivo.
Durante la seduta abbiamo dato il nostro voto favorevole alle mozioni presentate dagli altri gruppi di
opposizione relative al risparmio energetico all’interno degli edifici comunali e alla ricognizione del
contratto di servizio per l’illuminazione pubblica, mozioni entrambe bocciate dai voti della maggioranza.
Abbiamo dato voto favorevole anche alla mozione sulla destinazione degli introiti dell’addizionale
comunale sui diritti d’imbarco, tributo che viene versato in parte al Comune di Cinisi in quanto Comune
aeroportuale. La mozione inizialmente chiedeva di destinare almeno il 50% di questi introiti per finanziare
eventi turistici e di promozione della razza bovina cinisara. Durante la discussione il Sindaco ha dichiarato
che ci sono grosse difficoltà nel pagamento degli stipendi ai dipendenti precari del Comune; pertanto dopo
un confronto tra i consiglieri, i firmatari della mozione (PD e il consigliere Monica Palazzolo) hanno optato
per modificare la stessa, proponendo di destinare queste somme al pagamento degli stipendi dei lavoratori
comunali. Alla fine ha prevalso il buon senso e la mozione è stata votata all’unanimità, perché temi come
quello della salvaguardia del lavoro dei dipendenti comunali non appartengono solo ad una parte politica,
ma è interesse di tutte le forze politiche e di tutta la nostra comunità. Ci rammarichiamo per
l’atteggiamento del Sindaco che non ha perso occasione per strumentalizzare la vicenda, attaccando
l’opposizione e le sue proposte. Riteniamo pertanto di avere fatto la nostra parte in maniera
responsabile e nell’interesse del bene comune e non accettiamo lezioni di responsabilità finalizzate
soltanto ad attuare sterili attacchi politici.

Movimento Civico “la Ri Generazione