100 giorni di giunta Maniaci a Terrasini: ok del PD

Soddisfazione del circolo del Partito Democratico di Terrasini per l’inizio dell’azione amministrativa dell’amministrazione di Giosuè Maniaci. Lo esprimono in una nota il segretario Clemente Maniaci e i consiglieri Eduardo Cammilleri e Arianna Fiorenza: “Dopo circa 100 giorni dall’insediamento dell’amministrazione Maniaci – recita il documento del Circolo – è

Esponenti del PD di Terrasini durante la visita di Renzi a Palermo: in primo piano Clemente Maniaci, Arianna Fiorenza e Angela Viviano. In seconda fila Eduardo Cammilleri, il sindaco Giosuè Maniaci, Salvatore Brunetti
Esponenti del PD di Terrasini durante la visita di Renzi a Palermo: in primo piano Clemente Maniaci, Arianna Fiorenza e Angela Viviano. In seconda fila Eduardo Cammilleri, il sindaco Giosuè Maniaci, Salvatore Brunetti

possibile notare con grande soddisfazione l’azione positiva svolta dalla stessa, e come si sia impostata una consiliatura che, certamente, è sulla strada giusta. Si possono già elencare dieci interventi spesso difficili da realizzare anche solo in un periodo di cinque anni di amministrazione:
1. Taglio totale delle indennità per tutto il 2016 della nuova giunta e dei consiglieri comunali eletti con il sindaco Giosuè Maniaci: caso più unico che raro e chiaro segnale di dedizione e servizio alla collettività.
2. Riordino della quiete pubblica e delle regole con le ordinanze relative al suolo pubblico in piazza e sulla musica, nella logica del rispetto dei residenti e del lavoro di tutte le attività commerciali;
3. Riqualificazione di zone del paese che erano abbandonate, basti citare la villa San Giuseppe e la zona portuale con l’abbellimento di due fontane e più in generale con una pulizia che rende le zone fruibili ai cittadini e ai turisti;
4. Potenziamento della raccolta differenziata, la quale pur essendo partita il 27 aprile 2016, è stata di fatto gestita e portata avanti, con tutte le relative problematiche, da questa amministrazione, che sta riducendo di molto i rifiuti da conferire in discarica con percentuali di raccolta differenziata oltre il 50%. A questo si aggiunga l’approvazione di un regolamento sulla raccolta differenziata da parte del Consiglio Comunale, che certamente rafforza la strada intrapresa dall’amministrazione;
5. Nuovo impulso alle attività culturali e ricreative, con un programma estivo ricco e variegato, nonostante l’assenza dello strumento del bilancio, dove spicca fra l’altro la rassegna “un mare di libri”;
6. Un finanziamento esecutivo di quasi 600 mila euro per il rifacimento del campo sportivo tramite la città metropolitana. Trattasi di un successo se si pensa le poche settimane di insediamento della Giunta.
7. Il riavvio di un riordino della struttura burocratica del Comune;
8. Inizio della stagione dei cosiddetti “collaboratori civici” ovvero l’attuazione in modo concreto di uno strumento deliberativo che consente ai cittadini senza carica di dare la loro collaborazione all’azione amministrativa per il bene del paese e senza esigenze di carattere personale;
9. Un’attenzione concreta ai problemi idrici e fognari del paese con i sopralluoghi, effettuati in prima persona dal sindaco, sia alla sorgente di piano del re che sul percorso della rete fognaria. Il tutto con la ferma esigenza di dare nei prossimi mesi delle risposte concrete rispettando e valorizzando l’ambiente;
10. La riattivazione di un efficiente ordinaria amministrazione soprattutto relativa all’illuminazione pubblica del paese e più in generale alla sua manutenzione.
Questi sono aspetti concreti e verificabili che hanno visto tutto il Pd (assieme alle altre forze di maggioranza) assolutamente in prima linea nella partecipazione e nella risoluzione dei problemi, grazie all’impegno anche dei propri assessori e più in generale di tantissimi militanti e iscritti al partito. Molte cose ancora sono da fare. Siamo certi del fatto che negli anni successivi anche con l’impulso del Pd le necessità primarie di Terrasini potranno trovare realizzazione”.

Antonio Catalfio