Turidda: il nuovo graphic novel di Bea Gozzo

Presentato ieri alla libreria Modusvivendi di Palermo, il primo romanzo grafico di Bea Gozzo: Turidda, Zap Edizioni. Gli ambienti dell’attivissima libreria non sono riusciti a contenere la folla, interessata e incuriosita dall’esordio nel genere dell’autrice palermitana. Scopriamo il personaggio della sicilianissima, anzi sicula, Turidda.

Turidda è un vulcano, una trottola che non si ferma mai. Giovane appassionata di fumetti e film, insieme ai suoi amici immaginari, Manzanillo, un lupo mannaro, Franco, uno scarafaggio dal forte accento siciliano e Lady D, una dilofosaura, affronta le problematiche della pre-adolescenza trasformandole in fantastiche (dis)avventure, insegnando che essere è più importante che apparire. Un’avventura umoristica ricca di personaggi divertenti che porterà a scoprire e valorizzare con allegria la propria identità attraverso il confronto con gli altri.

gozzo-modus-vivendiE’ il percorso che ogni pre-adolescente deve intraprendere per riuscire a diventare grande. Come una crisalide cambia veste, anche la nostra “eroina” dovrà vestire diversi panni per riuscire a sopravvivere nel mondo dei teenagers. Il segreto, però, sta nel non scendere a compromessi e nel seguire la propria natura e le proprie inclinazioni, riuscendo a tirar fuori anche dagli altri il meglio che hanno dentro, senza doverlo sacrificare per l’apparenza. Un viaggio umoristico ricco di personaggi divertenti che diventano aiuto fondamentale nei momenti difficili come lo scontro con i bulli della scuola media o il confronto con la cugina “alla moda”. “Turidda è un fumetto all’80% autobiografico – dice Bea Gozzo – ho lasciato un piccolo 20% di trama all’immaginazione, ma di certo è stata ispirata dalla mia infanzia perché anche io, come lei, non riuscivo in alcun modo a conciliare il mio amore per il mondo fantastico che popolava la mia mente con l’esigenza di crescere e iniziare a vivere nel reale. Ho preso anche molta ispirazione da Kiskaloo, di Chris Sanders, l’autore di Lilo&Stitch, nonché uno tra i miei autori preferiti in assoluto e da Calvin&Hobbes di Bill Watterson“.

Bea Gozzo
Bea Gozzo

Bea Gozzo, è nata a Palermo nel 1987, illustratrice e fumettista palermitana free lance, dopo aver conseguito il diploma presso la Scuola di Fumetto e Animazione di Palermo, unisce alla passione per il disegno quella per la scrittura, frequentando la Scuola Holden di Torino (biennio in “Scrittura e narrazione cinematografica”). Con Zap Edizioni, inaugura la sua carriera da autrice e disegnatrice di graphic novel. Quest’anno l’autrice ha pubblicato “Di Vespri, sangue e sale“, raccolta di racconti favolistici ambientati in Sicilia a Terrasini, L’Erudita Editore, pp. 132.

ZAP Edizioni è una piccola realtà editoriale indipendente. Nasce a Palermo nel 2014 si propone di pubblicare narrativa e graphic novel di qualità e pregiata artigianalità. L’obiettivo è quello di dare risalto agli artisti siciliani coinvolgendoli nel piano editoriale che predilige tematiche di indagine della sfera esistenziale e di sensibilizzazione sociale. La ricerca di sé, lo stupore come fonte inesauribile di ispirazione assumono la forma di graphic novel nei più svariati generi (dal fantascientifico al drammatico, dal fantasy al comico) con l’intento di donarvi dei piacevoli momenti di lettura e spunti di riflessione.

Antonio Catalfio