Salvate due tartarughe caretta caretta nel mare di Trappeto

Salvate, nella mattinata di ieri due tartarughe caretta caretta avvistate a largo del porto di Trappeto da un appassionato di pesca subacquea, l’ingegnere partinicese Matteo Guttadauro, che sceso in acqua il giorno di Santo Stefano intorno alle 9, ha avvistato le tartarughe impigliate in reti da pesca, quasi moribonde: “Una di grosse dimensioni, superiore ai 30 kg, l’altra più piccola intorno ai 10 kg, erano impigliate in metri di lenza e non potevano più muoversi ed avevano anche ingoiato l’amo del palancaro, se le

Una delle Caretta Caretta salvate da Matteo Guttadauro
Una delle Caretta Caretta salvate da Matteo Guttadauro

avessi semplicemente liberate sarebbero morte altrove senza poter mangiare motivo per cui ho chiamato i soccorsi.Di sicuro era uno dei tanti palancari a pesce spada che chiunque abbia una barca si inventa in questo periodo. È la prima volta – continua Matteo Guttadauro – che ne vedo in acqua e da pescasub rispettoso e appasssionato del mare era un sogno nel cassetto vederne una, oggi ho avuto l’occasione di salvarne due e ne sono entusiasta! Ricordiamoci che sono animali in via di estinzione. Non sapevo di esemplari morti, se oggi non fossi stato lì credo che anche queste due sarebbero morte. Il messaggio che voglio far passare è quello che l’uomo dovrebbe fermarsi a riflettere sulle conseguenze che hanno le sue azioni; il mare giorno dopo giorno è sempre più povero, molte specie stanno scomparendo e la colpa è di chi pratica un prelievo non selettivo oltrechè illegale. Vorrei che chi vive il mare avesse più rispetto e che pensasse che ognuno nel suo piccolo è responsabile del futuro dei nostri mari e degli esseri viventi che lo abitano senza trascurare il fatto che rotto un anello della catena, il resto è irrecuperabile”. Le due tartarughe sono state recuperate con l’intervento della Guardia Costiera di Terrasini che è intervenuta con sollecitudine dopo la segnalazione e la richiesta di aiuto dell’ingegnere appassionato di pesca. Sono ormai numerose le bellissime tartarughe rinvenute purtroppo ormai senza vita nel Golfo di Castellammare, ma ogni tanto, una notizia di un ritrovamento andata a buon fine.

Antonio Catalfio