Sei mesi di amministrazione a Terrasini, il Sindaco: “Iniziato risanamento complessivo”.

Primo bilancio della nuova Amministrazione di Terrasini, guidata dal Sindaco Giosuè Maniaci. In conferenza stampa il Sindaco ha illustrato gli atti e le direttive di quest’inizio legislatura:”Sono tante le criticità, sono tanti i problemi ma noi con spirito di sacrificio, con voglia di fare, con l’impegno quotidiano, stiamo dando risposte che da anni non erano date. Non siamo al bilancio dei cinque anni, qualcuno mi chiede del depuratore, del sottopassaggio,  come se io in cinque mesi.. noi  stiamo lavorando per queste grosse opere e intanto in questi mesi abbiamo riqualificato tante aree del

Terrasini. Palazzo La Grua
Terrasini. Palazzo La Grua

paese, le abbiamo ripulite, abbiamo dato luce alla città, valorizzando tanti posti. Abbiamo posto in essere tante iniziative culturali e turistiche. Quello che voglio sottolinare – continua il sindaco – è che noi abbiamo trovato le casse del Comune vuote. Abbiamo trovato un Comune con una gestione, non voglio dire cattiva, ma non è stata una gestione sana, amministrato responsabilmente da chi lo ha amministrato in questi anni. Voglio evidenziare che l’amministrazione Consiglio aveva ereditato quasi dieci milioni di avanzo di amministrazione, io ho trovato dopo gli anni di amministrazione Consiglio e Cucinella, un comune indebitato per due milioni e duecentomila euro. Quando qualcuno critica quello che noi in economia stiamo facendo, che siamo aiutati dai cittadini, che la raccolta differenziata non è al cento per cento, dovrebbe pensare cosa ha fatto in questi anni per ridurre il paese in queste condizioni. Perché non si è iniziata la raccolta differenziata prima, perchè non si è messo mano ad una gestione della macchina amministrativa sana e invece si è andati avanti con integrazione orarie, con straordinari, indennità, con servizi inutili che alla fine stanno pagando i cittadini. Noi a tutto questo stiamo già mettendo mano riorganizzando la macchina comunale, portando le aree da nove a cinque, riducendo i capi servizio da 33 a 22, istituendo l’Ufficio legale all’interno del Comune con personale comunale, con un risparmio per le casse comunali di oltre 100.000 euro l’anno. Stiamo inoltre potenziando le manutenzioni e soprattutto abbiamo dato mandato ai nostri capo area di trovare soluzioni per la riapertura della nostra discarica degli inerti, di accelerare sul progetto Aro col Comune di Cinisi, per risparmiare con la raccolta differenziata abbattendo i costi di circa un milione di euro. Già stiamo abbattendo i costi in discarica di circa il 50 per cento. Altre innovazioni portate avanti la riapertura delle aree di sosta a pagamento con personale comunale, la riapertura imminente del canile per evitare che noi paghiamo, venti trentamila euro ogni due mesi al canile di Carini. Tutte iniziative messe in cantiere e già fatte per risanare il bilancio di questo Comune. Abbiamo avviato un confronto con gli esercizi commerciali per il suolo pubblico e con gli alberghi del nostro territorio, Città del Mare, Perla del Golfo e hotel Calarossa che presto sarà riaperto, per cercare di far ripartire l’economia e far pagare a tutti il giusto, per fare rinascere e dare splendore a Terrasini come merita, con un’amministrazione sana, che lavora e che sta dando risultati. Altro tema caldo il nuovo depuratore: “Abbiamo avuto un incontro con Cinisi e col Commissario dello Stato per verificare la fattibilità di un depuratore consortile, una commissione è già venuta per valutare i luoghi e a breve ci sapranno dire se questa soluzione di potrà portare avanti.”

Antonio Catalfio