Carini, morto in incidente stradale Salvo Nazzarini

Salvo Nazzarini, ex vice sindaco di Carini, per oltre 20 anni Consigliere Comunale e fondatore dell’Istituto “Blaise Pascal” è deceduto questa notte all’ospedale Civico di Palermo.

E’ questo il tragico epilogo dell’incidente stradale occorsogli intorno all’una di notte lungo l’autostrada A 29 in prossimità del centro commerciale “Leroy Marlene” di Tommaso Natale.

Salvo Nazzarini
Salvo Nazzarini

Sull’autovettura viaggiava pure la moglie, ricoverata all’ospedale di Villa Sofia inizialmente con la prognosi sulla vita ma ora dichiarata fuori pericolo. Salvo Nazzarini, Totò per gli amici, 53 anni era alla guida della sua autovettura di ritorno da una cena fuori con la moglie, come questa mattina hanno potuto vedere gli amici sul suo profilo facebook pensando che la notizia dell’incidente fosse un “pesce d’aprile” di pessimo gusto…, quando, sul rettilineo subito dopo l’immissione autostradale di via Ugo La Malfa, ha perso il controllo, probabilmente per un malore, iniziando a sbandare e ribaltandosi. L’autovettura si è in pratica disintegrata lasciando una scia di oltre 200 metri di detriti e sono dovuti intervenire i Vigili del Fuoco per estrarre i due passeggeri.

Salvo Nazzarini era una persona molto conosciuta a Carini, sia per la sua attività lavorativa con l’istituto privato di istruzione superiore “Blaise Pascal” da lui fondato, sia per la ultra decennale attività politica. Tra i fondatori di Forza Italia a Carini, nel suo studio in grande evidenza una sua foto con Berlusconi e l’ex Presidente della Regione Siciliana Provenzano, poi vicino all’onorevole partinicense Totò Cintola, è stato per anni Consigliere Comunale del centro destra, fino a rivestire la carica di Vice Sindaco nella giunta guidata da Pino Agrusa.

All’ultima tornata elettorale del 2015 ha preferito rimanere fuori dall’agone politico locale, non partecipando alla campagna elettorale e non ricandidandosi, rimanendo ad occuparsi del suo istituto privato e dei corsi di formazione professionale.

La notizia del suo decesso ha cominciato a serpeggiare già dalla prima mattinata, ma nessuno ha voluto crederci fin quando non è stata confermata dai primi articoli di stampa.