Terrasini: posa prima pietra 382 nuovi loculi cimiteriali

Paolo Pagano, Santino Aiello e il Sindaco Giosuè Maniaci
Paolo Pagano, Santino Aiello e il Sindaco Giosuè Maniaci

Si è svolta questa mattina la posa della prima pietra di 382 nuovi loculi cimiteriali che insieme ad altrettanti che saranno costruiti per il Circolo Democratico Maria Santissima delle Grazie, consentiranno al Comune e cittadini di non entrare in emergenza per le nuove sepolture. Grazie alla Convenzione tra il Comune e l’antichissimo Circolo Democratico, il Comuen ha ceduto un terreno dove la congregazione costruirà quai 400 nuovi loculi per i soci, costruendone altrettanti a proprie spese per il Comune. Un esempio virtuoso di collaborazione civica che farà risparmiare l’ente per la costruzione di nuovi loculi e in seguito con le concessioni, si avrà un saldo nettamente attivo. Presenti alla cerimonia il sindaco Giosuè Maniaci e il Presidente del Circolo Democratico Paolo Pagano, vero animatore di questo risultato, ottenuto dopo anni e anni e il progettista Santino Aiello. “Oggi è una giornata di festa per tutta la nostra comunità – dichiara il sindaco Giosuè Maniaci – abbiamo inaugurato l’inizio dei lavori per la costruzione di 382 nuovi loculi cimiteriali. In questi ultimi giorni persone indegne hanno provato di tutto per rovinare questo successo della nostra amministrazione con un comportamento indegno. Hanno pure strumentalizzato i defunti pur di attaccarci. Ma noi andiamo avanti lo stesso,  la sinergia tra l’amministrazione e la Congregazione Maria Santissima delle Grazie permetterà di avere nei prossimi mesi quasi 400 loculi. Desidero ringraziare Paolo Pagano, instancabile Presidente della Congregazione, tutti i facenti parte del Circolo e la ditta Taormina Carlo che provvederà ai lavori. Desidero ringraziare anche cinque cittadini che hanno donato al Comune il restauro, nuovi arredi e la pittura della Camera mortuaria: Ottavio Trentacoste, Salvatore Balsamo, Giuseppe Ventimiglia, Rosario Bellia e e Filippo Russo. Grazie a loro la Camera mortuaria sarà più adeguata ad accogliere le salme dei nostri cari. Questa è l’ennesima dimostrazione di come i cittadini sentano il bisogno di riappropriarsi delle proprie strutture, di loculi5renderle più belle e accoglienti! Oggi possiamo essere fieri del nostro lavoro – conclude il sindaco – per avere posto soluzione ad un problema annoso. Vigileremo affinché i lavori vengano svolti senza intoppi nei tempi previsti. Come ho detto in questi giorni, questa è la Terrasini che vogliamo, senza chiacchiere e polemiche inutili. Il cimitero è la casa dei nostri affetti più cari e noi faremo in modo di assicurare il decoro e il rispetto dovuto alla loro memoria”.

Antonio Catalfio