Terrasini: impianto a Paterna. Giunta ordina revoca pareri

Terrasini – Con delibera n. 59 del 5/6/2017 la Giunta Municipale approva l’avvio del procedimento di revoca dei pareri tecnici comunali relativi al progetto di impianto di compostaggio della ditta Edil Ambiente

In riferimento al progetto per la realizzazione di un impianto di compostaggio e stoccaggio di rifiuti non pericolosi da ubicare in contrada Paterna, la Giunta Municipale, con atto n. 59 del 5/6/2017, ha approvato l’avvio del procedimento per la revoca pareri ex art. 14 D. lgs. 165/2001 e s.m.i.
“Considerato che il Consiglio Comunale – si legge, tra l’altro, nel provvedimento – con propri atti di indirizzo ha manifestato la contrarietà alla realizzazione dell’impianto, che l’iter istruttorio ancora non si è concluso e che malgrado le ripetute manifestazioni di dissenso dell’Amministrazione, da ultimo, la nota prot. n. 981/S del 11.05.2017 inviata al Servizio 1 – Procedure VIA-VAS, l’Assessorato Regionale Territorio ed Ambiente non pare abbia tenuto in debito conto quanto rappresentato dall’Amministrazione tutta”, la Giunta ha ritenuto che “al fine di concludere il procedimento occorre procedere alla revoca dei pareri rilasciati a suo tempo in sede di presentazione del progetto e nell’ambito della conferenza di servizi indetta per l’approvazione di esso”.
In relazione a ciò, la Giunta Municipale ha quindi deliberato “di assegnare un termine perentorio di giorni 15 per la revoca dei pareri rilasciati a suo tempo in sede di presentazione del progetto e nell’ambito della conferenza di servizi indetta per l’approvazione di esso a norma dell’art. 208 del D. lgs. 152/2006 e s.m.i. e segnatamente:
nota prot. n. 18 del 08.01.2014 a firma dell’Arch. Girolamo Aldo Carano;
nota prot. n. 4556 del 09.03.2017 a firma dell’Ing. Fabio Tuttolomondo;
nota prot. n. 4551 del 08.03.2017 a firma dell’Arch. Girolamo Aldo Carano;
nota prot. n. 4952 del 15.03.2017 a firma dell’Arch. Girolamo Aldo Carano;
e di ogni altro atto, parere, nulla osta di pertinenza comunale comunque denominato, acquisito e/o trasmesso alle Autorità regionali e statali competenti interessate alla conferenza di servizi”.
Il Sindaco Giosuè Maniaci sottolinea che “i Capi Area interessati provvederanno entro il termine fissato ed avranno cura di trasmettere i relativi provvedimenti alla Conferenza di servizi attivata presso il competente Assessorato Regionale all’Energia e dei Servizi di Pubblica Utilità, informando il Sindaco ed il Segretario Generale, il quale è onerato di procedere in via sostitutiva entro i successivi 15 giorni nel caso di inerzia dei citati funzionari”.20170304_160002