Terrasini: il Coordinamento Movimenti: “La piazza torni un luogo umano di incontro”

Il Coordinamento dei Movimenti, Assoziazioni e dei Comitati di Terrasini, in una lettera aperta ai cittadini,  lancia un appello per riportare il Centro Storico e la Costa, luoghi della movida estiva e invernnale, a condizioni ideali di vivibilità.  Appello al Sindaco Giosuè Maniaci: “Il Coordinamento sarà a suo fianco in ogni modo se avrà forza e volontà di iniziare l’opera di risanamento materiale e culturale”.

Piazza Duomo. Ph Claudio Maddaleno
Piazza Duomo. Ph Claudio Maddaleno

Ecco il documento delle Assoziazioni: “LA PIAZZA TORNI UN LUOGO UMANO DI INCONTRO
Siamo seriamente preoccupati, cari Concittadini, perché constatiamo ogni giorno di più che l’ordine delle cose si è – almeno nell’ultimo decennio – gravemente alterato a causa di una politica turistica e territoriale miope.
L’attuale Sindaco, la cui azione amministrativa presenta qualche importante novità rispetto al passato, ha più volte sottolineato, riferendosi all’assetto di Piazza Duomo e del Centro storico, la necessità di “equilibrare” le esigenze commerciali degli esercenti con i diritti dei residenti.
Attendiamo da mesi che dalle parole il Sindaco passi ai fatti mentre l’estate è già nel suo pieno svolgersi. E allora dia con fermezza “equilibrio” alle cose finora smaccatamente sbilanciate non certo a favore della Comunità.
Il Coordinamento “Territorio Ambiente Società”, insieme con i cittadini sensibili cui preme un futuro diverso per Terrasini, sarà al fianco del Sindaco in ogni modo e in ogni caso se avrà forza e volontà di iniziare quest’opera di risanamento materiale e culturale, ristabilendo con urgenza la scala dei diritti e dei doveri sancita dalle leggi dello Stato.
È ormai a tutti chiaro: il problema che negli anni si è incancrenito nel più totale disordine, si è oggi ulteriormente complicato. E non è soltanto questione di “Ordine pubblico” (che già sarebbe tanto!) o di decibel indecenti sparati senza limiti di orari contro persone e antichi palazzi (a che servono le Ordinanze?! e la Polizia urbana?); di minorenni (10/12 anni) vaganti a notte fonda per le strade, vandalizzando il paese (chi sono i genitori?). E non si tratta neanche dell’assenza del Piano di Sicurezza e di fuga che la legge impone nei luoghi affollati come quelli della Piazza interamente occupata da tavoli e arredi di ogni tipo, con ristorazione abusiva, con spazi permanentemente scippati nel vero senso della parola alla collettività, o di vaste aree del Centro Storico sottratti alla libera e serena fruizione dei cittadini a causa di un concetto distorto e malefico di “crescita economica” e di “sviluppo turistico”. E, si badi bene, non è solo il Centro: basti osservare cosa accade nei fine settimana nel Lungomare all’altezza di un noto “solarium” magicamente trasformato in discoteca).

Terrasini.Degrado connesso alla movida. Via dell'Arco
Terrasini.Degrado connesso alla movida. Via dell’Arco

No, non è soltanto questo. O, perlomeno, a tutto questo si somma un nodo di fondo che è culturale nel senso più ampio del termine e che se non sciogliamo al più presto, farà soccombere la nostra amata Terrasini, spingendola ai margini dei grandi circuiti turistici dell’Isola.
Il Coordinamento fa dunque appello a tutti i concittadini ad aprire gli occhi, a riflettere su ogni singolo aspetto che riguarda la vita associata, pretendendo che sia ristabilita e mantenuta la serenità e la sicurezza. Certamente vi sono altri problemi che incombono. Lo faremo uno per volta e tutti insieme, anche col Sindaco se lo vorrà”.
Il Coordinamento dei Movimenti, delle Associazioni e dei Comitati di Terrasini
CENTRO STORICO: Ordine Pubblico • Legalità • Vivibilità
Giugno 2017 “Comitato Centro Storico Terrasini” – Meetup M5s Terrasini – Meetup “Terrasini in Movimento 2030” – Assoc. “Forum Ambiente Cala Rossa” – “Comitato Cittadini per l’Ambiente” – Assoc. Cult. Onlus “Peppino Impastato

Antonio Catalfio