Terrasini, fiume Nocella. Il Sindaco: “Inaccettabile la definizione di inquinamento standard”

In riferimento agli sversamenti anomali sulla foce del fiume Nocella, nelle ultime settimane il Sindaco di Terrasini Giosuè Maniaci, con diverse note scritte, ha sollecitato agli organi preposti controlli e sopralluoghi nella zona, al fine di individuare le cause e gli eventuali responsabili dei gravi fenomeni.
Richieste di interventi sono state inviate anche all’Ufficio Circondariale Marittimo di Terrasini e ai Comuni di Trappeto e Partinico.
I vigili urbani di Trappeto e di Terrasini hanno proceduto al prelievo di campioni d’acqua sul Nocella (a monte e a valle della confluenza col torrente Puddastri e alla foce), che sono stati inviati per le analisi di rito all’ARPA.

Il Sindaco Giosuè Maniaci
Il Sindaco Giosuè Maniaci

Una serie di controlli e prelievi di campioni d’acqua sono stati disposti anche dal Comune di Partinico. Inoltre, il Commissario Straordinario di Partinico ha comunicato che nelle date del 3 e 4 ottobre 2017 sono stati effettuati ulteriori controlli in contrada San Cataldo, dove confluiscono il Puddastri ed il Nocella, e che si è “constatata una regolare portata di entrambi i fiumi e che al momento del sopralluogo l’impianto di depurazione di Partinico risultava funzionante in quanto sia in entrata sia in uscita non vi erano reflui anomali”.
In data 11/10/2017 sono pervenuti i risultati analitici  dei campioni d’acqua prelevati dal Nocella il 28/9/2017. Secondo l’ARPA “dalle analisi non emergono situazioni particolarmente diverse dallo standard “d’inquinamento” del fiume Nocella”: “Una situazione per noi inaccettabile – dichiara Giosuè Maniaci – perché non ci abitueremo mai a questo concetto di standard o normalità dell’inquinamento del Nocella. La nostra Amministrazione sta lavorando anche per formalizzare la convocazione di una riunione ufficiale per la firma del Protocollo d’Intesa sul Nocella con i Comuni del comprensorio”.
datarpaIl Sindaco Maniaci conclude confermando quindi “l’impegno dell’Amministrazione a monitorare con costanza la situazione, effettuando ulteriori controlli nei torrenti Puddastri e Nocella, con l’ausilio della Polizia Municipale, ed a sensibilizzare anche tutti gli altri organi interessati dalla delicata problematica e le autorità competenti, con l’obiettivo di contribuire a rendere accettabili le condizioni igieniche della zona e di conseguenza migliorare le condizioni di vita nel nostro territorio”.

Antonio Catalfio