Terrasini, il Sindaco Giosuè Maniaci. “Ecco il lavoro che abbiamo fatto quest’anno””

Conferenza stampa di fine anno, ieri mattina, dell’amministrazione di Terrasini, guidata dal sindaco Giosuè Maniaci, che ha fatto il bilancio dell’attività amministrativa e delle opere e iniziative in cantiere per il 2018. Presenti anche il Vicepresidente del Consiglio Comunale Filippo Tocco e il Consigliere Arianna Fiorenza. Il sindaco inizia con l’auspicio che il nuovo anno rinsaldi i rapporti con il Consiglio Comunale, “Spero che nascano nuovi rapporti per lavorare insieme – esordisce – ” e subito dopo enuclea gli atti prodotti nel 2017 che sta per terminare, l’istituzione del collaboratore civico, “Un atto importante che ha aperto il Comune ai cittadini, circa trenta che collaborano nell’interesse del paese”, il baratto amministrativo, che consente a particolari categorie di cittadini di barattare parte dei tributi con attività lavorative e la democrazia partecipata, che quest’anno ha prodotto, su segnalazione dei cittadini, l’installazione di otto telecamere per videosorveglianza nel centro storico. “Anche quest’anno – dichiara Giosuè Maniaci – impegneremo 12.000 euro, di cui 5.000 per videosorveglianza e 7.000 in un parco a monte del paese, dedicato alla memoria di Beppe Montana e Ninni Cassarà“, un progetto ideato da Francesco Cicerone insieme ai residenti  della zona, che recupererà il vasto giardino abbandonato con le tracce delle antiche cave di tufo, le pirriere, con tutta una serie di iniziative e strutture urbane nelle due strade intitolate nel 2009 ai due poliziotti della Questura di Palermo. La rassegna del sindaco prosegue con le nomine dei consulenti a titolo gratuito, Giacomo Greco per la cultura e l’agronomo Gaetano Consiglio per studi sul verde urbano, con la nomina del nucleo di valutazione e limportante accordo sul Fondo economico per i dipendenti comunali, fermo da anni, ridotto del 25 per cento dopo un confronto serrato con i sindacati. Nominati i Presidenti della Biblioteca “Claudio Catalfio” e dell’archivio storico con i rispettivi consigli e il Comitato Tecnico Scientifico del Museo d’Aumale. conferenzastampa17Importante la presentazione di due progetti di finanza, presentati da privati “ma andranno a bando pubblico” sul forno crematorio e sulla riattivazione della discarica degli inerti (sette milioni di euro) alla Ramaria, bene confiscato di proprietà comunale e abbandonato, per la definitiva bonifica dell’area e la tanto attesa istituzione del Parco della Ramaria, con il riempimento dei vuoti lasciati dalle cave di silicio e la creazione di un bosco con percorsi naturalistici e di ristoro. “Ci sarà un immediato confronto con il Consiglio Comunale a cui ho già fornito il materiale di studio – dice Maniaci – perché sono temi che devono essere discussi e valutati tutti insieme”. Altro tema scottante la gestione del suolo pubblico, “Ora tutti pagano” e il 2018 sarà l’anno del riordino definitivo con arredi più consoni alla struttura settecentesca della piazza. Il sindaco nell’elencare gli atti prodotti dalla sua amministrazione affronta poi due temi importantissimi: il depuratore consortile e il sottopasso ferroviario. Sul depuratore ribadisce la bontà dell’approfondito studio di fattibilità del Commissario dello Stato, un progetto che farà risparmiare i cittadini di Terrasini e Cinisi, che ha un basso impatto ambientale e consentira di unire i due finanziamenti (Terrasini 15 milioni di euro e Cinisi 5) e collegare tutta una zona di Cinisi al sistema fognario e riutilizzare le acque depurate, rivitalizzando i terreni agricoli che insistono in primo luogo nell’area aeroportuale. Ci sono delle resistenze dall’amministrazione di Cinisi, che si aspetta che produca dei documenti, che si spera vengano superate. Sul sottopasso il Sindaco ribadisce con forza che si farà: “La struttura commissariale per il Rischio Idrogeologico ha già fatto una evidenza pubblica per una gara definitiva. è stato finanziato al Comune di Terrasini per le vie di fuga e per le emergenze. Con la progettazione esecutiva si appalterà quest’opera fondamentale e gli scettici sul reale finanziamento spero gioiranno con noi”. Sulle opere pubbliche, appaltato in questi giorni l’allargamento di un tratto di via Calarossa, all’altezza della baia, per 30.000 euro, la pulizia delle caditoie per 19.000 euro, acquistati i teloni della piscina comunale (10.000 euro) e la nuova copertura della tensostruttura di via Ugo Foscolo, mentre è in dirittura d’arrivo il finanziamento per oltre mezzo milione di euro per il rifacimento dello stadio “Salvatore Favazza“. Il 2018 vedrà anche il recupero dell’antica scalinata che da piazza Scalo scendeva al Porto (150.000 fondi Gac), un milione e ottocentomila euro per la Scuola elementare, sbolccato proprio in questi giorni, circa 80.000 euro sono stati spesi per il ripristino del collettore fognario e del sistema di sollevamento del porto, mentre è stato realizzato,con un progetto presentato dai cittadini, l’allaccio idrico alle contrade Fimmina Morta e Luparella. L’assessore all’Ambiente e ai Servizi Sociali Angelo Cinà ha infine evidenziato lo sforzo titanico dell’amministrazione per fare andare

Terrasini. Palazzo La Grua
Terrasini. Palazzo La Grua

a regime la raccolta differenziata che oscilla tra il 55 e il 60 per cento e la imminente istituzione di gruppi di lavoro con associazioni per un’opera divulgativa che consenta ai cittadini di conoscere come si differenzia. a Gennaio partirà ufficialmente l’Ambito di Raccolta Ottimale insieme al contiguo Comune di Cinisi, che sarà pienamente operativo a Marzo. Sulle attività sociali l’assessore evidenzia l’impegno dell’amministrazione con il Srrvizio Civico distrettuale e quest”anno anche comunale, (14.000 euro ciascuno) e il bando del Lavoro Rosa che consentirà a molti cittadini bisognosi di tirare un sospiro di sollievo. Infine l’assessore al Turismo Vincenzo Cusumano annuncia che il Comune parteciperà dopo anni di assenza alla Borsa Internazionale del Turismo di Milano, insieme con la neonata associazione di B&B e tutte le opere migliorative del territorio, dei giardini e degli spazi pubblici mentre l’assessore alla pubblica istruzione Mariagrazia Bommarito evidenzia l’impegno costante verso la scuola con la creazione di un capitolo di 8.000 euro per le spese minute, gli arredi nuovi con una nuova sezione alla materna e il finanziamento regionale di 9.000 euro per la sezione ragazzi della Biblioteca. Inoltre conclude l’Assessore, c’è stato un continuo scambio con la scuola con i progetti Erasmus +, con il WWF e Legambiente per puliamo il mondo e organizzando le manifestazioni del Natale nei locali comunali dell’Antiquarium, pr fare avvicinare i ragazzi alla loro casa comunale.