Pietro Puccio candidato sindaco “Direzione Capaci”

Ufficializzata a Capaci, presso l’Aula consiliare , nel Palazzo dei Conti Pilo, la candidatura a sindaco di Pietro Puccio, per le Elezioni Amministrative della prossima primavera.  Pietro Puccio, 61 anni, è una delle personalità politiche più note ed apprezzate non solo di Capaci, ma anche dell’intero comprensorio ed oltre. Già consigliere comunale da giovanissimo, è stato sindaco di Capaci per un biennio, nei primi anni ’90, in uno dei periodi più belli e più intensi per la vita sociale ed economica del paese, in quell’esperienza che ancora oggi molti ricordano come la “Primavera” di Capaci. Nell’arco del ventennio successivo, Pietro Puccio ha ricoperto anche la prestigiosa carica di Presidente della Provincia regionale di Palermo, è stato candidato nel nostro collegio per la Camera dei deputati, sfiorando capacil’obiettivo per un soffio, quindi è tornato per un biennio a ricoprire la carica di Assessore comunale nella Giunta di Benedetto Salvino. Attualmente è presidente del GAL (Gruppo di Azione Locale) del Golfo di Castellammare e presidente anche del GAC (Gruppo di Azione Costiera) dei Golfi di Carini e di Castellammare, due consorzi pubblico/privato che promuovo lo sviluppo del comprensorio attraverso la partecipazione ai bandi europei, oltre ad essere anche componente della direzione nazionale e segretario regionale dell’AICCRE Associazione italiana dei comuni, delle province e delle comunità locali in ambito europeo. “Preparazione, esperienza, competenza, passione civile, tensione ideale, visibilità nel territorio, capacità di aggregazione, lucidità e rapidità nell’analisi dei problemi, immediata e determinata capacità di sintesi e decisionale, fanno di Pietro Puccio un candidato autorevole alla carica di sindaco per il prossimo quinquennio amministrativo” dichiara il Gruppo “Su le maniche” che con “La Prospettiva”, singoli cittadini, società civile ed altri gruppi che si stanno confrontando, è confluito nel nuovo gruppo “Direzione Capaci”,  la lista di aggregazione civica che concorrerà alle imminenti elezioni”. “Non contipilocapacicredevo di poter rivivere certe emozioni – dichiara Pietro Puccio – la situazione a Capaci non è semplice e da soli nessuno può risolverla, dobbiamo rimboccarci le maniche con un grande concetto di squadra che abbracci consiglio comunale, giunta e cittadini. Ritorneremo nelle piazze ad ascoltare i cittadini, a sentire il polso della città. Il nostro, – continua il candidato sindaco – è un cantiere aperto per la elaborazione del programma che vogliamo per la nostra città, insieme alle altre forze politiche, che siano state in maggioranza o in minoranza, ci sono tante persone con cui possiamo dialogare, dei canali aperti che spero divengano fiumi, il nostro non è un movimento chiuso. Voglio soffermarmi su alcuni capisaldi della mia azione politica, il lavoro innanzitutto, tenendo bene a mente che il Comune non può risolvere il problema occupazionale ma può creare condizioni e opportunità di crescita. Il lungomare per esempio, che deve diventare area pedonale con attrezzature turistiche che diano opportunità di lavoro o la nostra montagna, diventata una discarica; le Zarcate devono essere una opportunità con le trazzere, i sentieri interpoderali valorizzati e l’Europa può aiutarci a conseguire questo obiettivo. Capaci deve diventare un albergo diffuso partendo dal mare fino alla montagna, ripartendo dalla raccolta differenziata e dalla stabilizzazione dei precari per ottimizzare con senso di responsabilità le risorse umane a servizio dei cittadini. La gente deve ritornare a Capaci per vivere in una città dove trascorrere serate e giorni bellissimi, e il nostro simbolo, con le due frecce – vele che guardano avanti, e il nome “Direzione Capaci” sono di grande auspicio per il futuro di questo territorio pieno di risorse e di storia”.

Antonio Catalfio