Terrasini: Premi e riconoscimenti per i fotografi Antonio Mattina e Vincenzo Aluia

Importanti riconoscimenti per due fotografi terrasinesi. Antonio Mattina, fotografo matrimonialista, ha ottenuto il QIP, una delle più prestigiose qualifiche nazionali che riguardano la fotografia di matrimonio, orvieto-photorilasciata dal Fiof. Il Qip, Qualified Italian Photographer, si basa sulla presentazione di dodici foto montate su pannelli di una stessa categoria, ed è la capacità del candidato al riconoscimento, di evidenziare uno standard qualitativo adeguato, frutto dell’acquisizione di un livello tecnico, creativo e professionale, che si distingua nella media. E’ quindi un titolo di merito, un riconoscimento al percorso professionale e all’inventiva del fotografo professionista. Il Qip viene rilasciato per diverse specializzazioni professionali del fotografo, matrimonio, ritratto, reportage, still life, paesaggio. “Onestamente non me l’aspettavo – dichiara Antonio Mattina – è un sogno che si avvera, una delle conferme più importanti che potevo aspettarmi nella mia carriera di fotografo matrimonialista. Questo grandissimo risultato nazionale mi porta ad imparare e conoscere sempre più il mondo della fotografia di matrimonio. Ringrazio la mia famiglia, i miei collaboratori e tutte quelle persone che mi hanno scelto e che continueranno a scegliermi per i loro ricordi più belli”. Menzione d’onore per Antonio Mattina

L'immagine di Vincenzo Aluia, Silver Award 2018
L’immagine di Vincenzo Aluia, Silver Award 2018

anche nel Contest Fiipa. Importante riconoscimento anche per il fotografo Vincenzo Aluia, sempre nella categoria Matrimonioha infatti vinto il Silver Award nel Contest Fiipa di Orvieto. “Il viaggio ad Orvieto – dice Vincenzo Aluia – mi ha consentito di riflettere sul mio percorso professionale, sul futuro della mia fotografia; non voglio dire che sono bravo, non mi frega la bravura, volevo solo capire se quella che faccio è Fotografia, volevo capire solo se la direzione giusta era quella, e oggi ne ho la conferma. Ancora tanto c’è da conoscere, tanta è la strada da fare, ma sono sicuro di aver imboccato una strada giusta”.

Antonio Catalfio