Palazzo Adriano: la Commissione straordinaria, insieme a alunni e cittadini, ha accolto l’arrivo della “Quarto Savona 15”

Lo scorso 29 Maggio, a Palazzo Adriano, la Commissione straordinaria insieme ai cittadini e agli alunni degli istituti locali, in occasione della commemorazione del XXVI anniversario della strage di Capaci hanno avuto la possibilità di avere i resti della vettura in convoglio in quel giorno di Maggio del 1992 riconosciuta col codice “Quarto Savona 15”. L’evento commemorativo è stato denominato “Giovanni Falcone – Il mio impegno contro la mafia”
“La memoria si fa impegno a Palazzo Adriano, dove oggi, con il significativo coinvolgimento delle istituzioni scolastiche locali, si è svolto l’evento commemorativo del XXVI anniversario della strage di Capaci, fortemente voluto dalla Commissione Straordinaria del Comune per ricordare il valore assoluto dell’opera di chi ha combattuto, con coraggio e fermezza, la criminalità mafiosa sino al sacrificio della propria vita.
Presenti alla cerimonia il Prefetto, Antonella DE MIRO, il Procuratore Aggiunto della Repubblica presso la Direzione Distrettuale Antimafia, Marzia SABELLA, il Questore Renato CORTESE, il Comandante Provinciale della Guardia di Finanza Gianfranco TROTTA, il Comandante del Gruppo Carabinieri di Monreale, Ten. Col. Luigi DE SIMONE, la sig.ra Tina MARTINEZ, vedova del capo scorta Antonio Montinaro e presidente dell’Associazione “Quarto Savona Quindici”, il Presidente del CIDMA, Vincenzo OLIVERI, il Dirigente Scolastico Ing. Paolo PULSELLI.
Partecipato e di forte impatto emotivo, il momento iniziale della cerimonia, nella piazza su cui ha ingresso il Palazzo Comunale, dove è stata esposta la teca recante i resti della “Quarto Savona 15” la macchina facente parte della scorta di Giovanni Falcone, coinvolta nella strage del 23 maggio 1992. Qui gli alunni di tutte le classi scolastiche, asilo, elementari e medie del Comune hanno fatto da corona alla macchina simbolo della strage di Capaci, sventolando bandierine tricolore ed intonando l’inno nazionale. Due simboli costituzionali della nostra identità, storica e morale, nella quale entra, a pieno titolo, il valore della memoria simboleggiato dai resti della “Quarto Savona 15”.
In questa cornice spiccava il cartellone realizzato dagli stessi bambini con la scritta “LIBERI dalla mafia, dal pizzo, dal ricatto…”
La cerimonia è, poi, proseguita presso il Museo Civico Real Casina, dove ha preso la parola il Procuratore Aggiunto della Repubblica Dr.ssa Marzia SABELLA ricordando il grande valore del magistrato che anticipando i tempi ha compreso la gravità pervasiva del sistema mafioso promuovendo una forte incisiva e determinata azione giudiziaria che ha portato alla sbarra gli uomini di cosa nostra e consentito l’affermarsi di una coscienza e consapevolezza antimafia. A seguire la sig.ra Tina MARTINEZ, vedova del capo scorta Antonio Montinaro ha ricordato il sacrificio del marito che scelse con orgoglio di far parte della scorta di Giovanni Falcone, perché credeva nella grandezza dell’uomo magistrato come difensore dalla democrazia.
In conclusione sono stati premiati gli elaborati degli studenti vincitori del concorso indetto sul medesimo tema che ha dato titolo all’evento:
miglior elaborato multimediale: classe 3^ B della scuola media;
miglior elaborato artistico: ex aequo Nina Borzì Antonio Mistretta classe 2^ A della scuola media;
miglior tema: Nicolò Vaccaro della 1^ A della scuola media;
miglior poesia: Erica Nicole Girgenti della 5^ A della scuola elementare.
Tutti lavori pervasi da un forte senso di consapevolezza del valore della legalità come indispensabile premessa per essere cittadini liberi di una società che assicuri dignità e progresso, morale e civile.
Ha dichiarato il Prefetto “oggi abbiamo scritto una bella pagina di partecipazione e impegno ad operare per la legalità e la difesa dei valori democratici impressi nella nostra Costituzione. In questa pagina, la scuola palermitana si afferma da protagonista come elemento di crescita e di sviluppo del senso civico nelle giovani generazioni. E’ ammirevole l’impegno profuso, in questa occasione, dal dirigente scolastico Ing. Paolo PULSELLI e dai docenti tutti che testimonia la continuità di un appassionato impegno educativo per infondere nei ragazzi il rispetto del valore della legalità ed il senso di gratitudine per quegli uomini che, vittime innocenti della mafia, con coraggio, hanno difeso la democrazia e la Costituzione, anche per loro, cittadini di Palazzo Adriano.
Ringrazio la Commissione Straordinaria per l’impegno profuso nella gestione di un Comune così ricco di storia civica, rendendo possibile questa giornata così bella e carica di significato che, da oggi, entra a far parte della memoria collettiva di Palazzo Adriano”. “
Con tali parole il Capo di Gabinetto, ha elogiato l’attività legalitaria nel comune della provincia palermitana i cui commissari hanno voluto, con la delibera n°47/2018 dare un contributo all’educazione e alla memoria.
http://www.prefettura.it/palermo/contenuti/Palazzo_adriano_la_commissione_straordinaria_i_cittadini_e_tutti_gli_alunni_accolgono_la_quarto_savona_15-7027939.htm