14 Luglio 2024
Carini

Salviamo il Golfo di Carini

Claudio Armetta

L’appello del Consigliere Comunale Claudio Armetta: “Spettabile redazione de Il Vespro, spero col vostro aiuto di dare voce e risalto a fatti ed atti amministrativi che metteranno Carini ed il suo Golfo in serio pericolo“.
L’argomento è il convogliamento dei reflui di Cinisi, Terrasini e dell’aeroporto “Falcone Borsellino” con i suoi 7 milioni di passeggeri l’anno, nel nostro depuratore consortile di Ciachea.
Il governo nazionale, per il tramite del Commissario ing. Rolle, intende mortificare questo territorio, immaginando la costruzione di un collettore fognario di più di 17 chilometri di lunghezza e 6/7 vasche di sollevamento da Terrasini al depuratore in contrada Ciachea.
Di fatti l’opera più volte discussa dalla vecchia giunta Monteleone è stata motivo di contrasto, in quanto gli assessori me compreso si sono sempre rifiutati di accettare tutto il progetto.
Monteleone sin dal principio ha tenuto tutto nascosto, convinto di poter averne una utilità’, ma così non sarà e diventeremo la cloaca della provincia di Palermo. Nessuna opera remunerativa potrà essere realizzata se non forse da economie di gara e se ci saranno …. Oggi siamo già’ ai bandi di gara nel silenzio di tutti.
Con questa opera, Carini in ogni caso, rimarrebbe in procedura d’infrazione perché ancora il 50 per cento del territorio rimarrebbe sprovvisto di rete fognaria. Gli ultimi finanziamenti, di cui stiamo vedendo segno con i lavori in essere nel lungo mare, risalgono alla giunta Agrusa ed all’ultimo presidente della provincia Giovanni Avanti.
Sino ad oggi i carinesi “ci siamo bevuti” i nostri reflui”. Oggi, legittimamente, ci si occupa di Cinisi e Terrasini, ma ciò non può farsi a discapito del nostro territorio e del nostro mare che non è da meno rispetto a quello del golfo dei paesi interessati alla bonifica.
Lancio un appello alle forze di governo PD, M5S, LEU, Italia Viva,ed ai loro rappresentanti come gli Onorevoli Miceli e Palazzotto di Isola delle Femmine, i Senatori Faraone e Mollame, i sindaci di Capaci, Isola e Torretta
per un aiuto fattivo e concreto che risolva le emergenze di Cinisi e Terrasini, ma passi ad ovest di questi dove ancora torrenti come il Nocella continuano ad avvelenare il mare nell’indifferenza di troppi.
Qualche pazzo smidollato vede quest’opera come un opportunità. Sicuramente ma non per noi…

Ringrazio anticipatamente chi vorrà essere protagonista della modifica di questa mostruosità’.
Ritengo che il silenzio di Monteleone sia dovuto all’inizio della campagna elettorale ed alle promesse fatte in alcune lottizzazioni. Questi signori hanno il diritto sacrosanto di avere le fognature perché hanno pagato gli oneri di urbanizzazione ma, invece di pensare a mostruosità, si occupi di capire dove sono finite quelle somme se vorrà fare il sindaco per altri 5 anni.
La legalità non passa solo dalla pulizia del territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.