Terrasini: al via ai corsi di nuoto per bambini con disabilità

Al via ai corsi di nuoto per bambini disabili alla piscina comunale. l’importante progetto è stato organizzato dall’associazione Alba di Terrasini, attivissima nelle iniziative a favore dei bambini con disabilità, che, attraverso raccolte di fondi con iniziative pubbliche, pagherà gli istruttori specializzati; il Comune di Terrasini patrocina l’iniziativa con la concessione gratuita degli spazi d’acqua della piscina, mentre la società Rari Nantes Terrasini gratuitamente scenderà in acqua con gli allenatori a coadiuvare i bambini. “Il corso in piscina è stato organizzato grazie alla raccolta promossa dai genitori che fanno parte della nostra associazione – dice Giusy Pellerito dell’Alba – abbiamo chiesto dei contributi liberi,organizzando dei gazebi nei vari eventi che ci sono stati quest’estate a Terrasini. Adesso pensiamo di continuare sabato per la festa di Padre Pio a Terrasini”.

Alcune componenti dell'Assiociazionae Alba: da sin. Giusy Pellerito, Maria Grazia Bommarito, Piera Randazzo e la Presidente Monica Messina
Alcune componenti dell’Assiociazione Alba: da sin. Giusy Pellerito, Maria Grazia Bommarito, Piera Randazzo e la Presidente Monica Messina

Si tratta di un’attività ludico-motoria in acqua che coinvolgerà dodici bambini con disabilità varie del territorio di Terrasini. Gli obiettivi del progetto riguardano l’acquisizione di abilità e competenze motorie, la valorizzazione delle potenzialità dei singoli ed attenzione agli interessi e alle inclinazioni di ciascun bambino e l’integrazione sociale. I corsi di nuoto si svolgeranno alla piscina comunale “Pietro Giliberti” di Terrasini. L’attività iniziata giovedì 22 settembre, si svolgerà attraverso due incontri settimanali della durata di circa 45 minuti, nei giorni di martedì e giovedì, e si concluderà il 27 ottobre 2016. “Appoggeremo sempre iniziative così importanti – dichiara il Sindaco Giosuè Maniaci – oltretutto nate dall’attività di associazioni attivissime nel territorio. Con il bilancio operativo daremo una mano più consistente alle attività sociali della nostra città”.  La giornata di chiusura prevede lo svolgimento di attività varie con la partecipazione anche di tutti i bambini che frequentano la piscina della cittadina marinara.
Antonio Catalfio