14 Luglio 2024
Cronaca

Tragedia sul lavoro a Casteldaccia: morti cinque operai, un sesto è grave

Casteldaccia, Palermo, lunedì 6 maggio 2024

Non si sono nemmeno accorti che stavano morendo”.

Questa è stata secondo i Vigili del Fuoco di Palermo, intervenuti sul posto alle 13,48 di questa mattina dopo essere stati allertati da uno dei sopravvissuti, la tragica fine per cinque operai palermitani della Quadrifoglio Group S.r.l. impegnati questa mattina nei lavori di manutenzione di una vasca dell’impianto di depurazione comunale dell’Amap a Casteldaccia, Palermo.

Epifanio Alsazia, 71 anni di Partinico (Pa), Giuseppe Miraglia, 47 anni di San Cipirello (Pa), Roberto Raneri, di 51 anni di Alcamo (Tp), Ignazio Giordano, di 57 anni di Partinico (Pa) e Giuseppe La Barbera, di 26 anni di Palermo sono le cinque vittime dell’incidente sul lavoro accaduto questa mattina a Casteldaccia.

Un sesto operaio, Domenico Viola di 62 anni è invece ricoverato in terapia intensiva presso l’ ospedale Policlinico di Palermo: le sue condizioni sarebbero molto gravi.

Non sarebbero in pericolo di vita invece altri tre operai, Giovanni D’Aleo, Giuseppe Scavuzzo, 39 anni e Paolo Sciortino, 35 anni. Il primo è stato portato al pronto soccorso dell’ospedale Policlinico, gli altri due al pronto soccorso di Termini Imerese. Le loro condizioni non destano preoccupazioni.

Secondo il Comandante dei Vigili del Fuoco di Palermo, Girolamo Bentivoglio Fiandra, la concentrazione di idrogeno solforato, gas formatosi dai liquami depositati nella vasca e presente all’interno del pozzetto di accesso dove i sei operai si sarebbero calati uno dopo l’altro, sarebbe stata ben dieci volte superiore al valore massimo consentito in questi casi.

Il gas letale avrebbe quindi investito gli operai che stavano scendendo all’interno del pozzetto e che sarebbero deceduti sul colpo per asfissia, senza nemmeno accorgersi dell’imminente fine che stava sopraggiungendo: una morte silenziosa ed invisibile che non avrebbe lasciato nessuno scampo alle vittime.

Il Comandante dei Vigili del Fuoco di Palermo, Bentivoglio, durante la conferenza stampa

É al vaglio degli inquirenti intanto se al momento della tragedia i sei uomini indossassero o meno i dispositivi di sicurezza previsti negli interventi di questo tipo.

Il cordoglio del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella

Auspico che sia fatta piena luce sulle dinamiche dell’incidente. Ma l’ennesima inaccettabile strage sul lavoro – a pochi giorni dal 1 maggio – deve riproporre con forza la necessità di un impegno comune che deve riguardare le forze sociali, gli imprenditori e le istituzioni preposte” – ha così commentato la tragedia di Casteldaccia, il Presidente Mattarella oggi in visita a New York e alle Nazioni Unite.

Lo sciopero generale di domani indetto dai sindacati

Previsto intanto nella giornata di domani uno sciopero  generale di 4 ore e di 8 ore dei lavoratori edili nella sola provincia di Palermo: lo hanno stabilito Cgil, Cisl e Uil e le segreterie provinciali dei sindacati edili Fillea, Filca, Feneal a seguito dei cinque morti dell’incidente di Casteldaccia di oggi che fanno salire a 196 le vittime sul lavoro in Italia dall’ inizio di questo 2024.

Michelangelo Marino

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.