23 Maggio 2024
PartinicoSpettacoli e Cultura

Il 18 agosto Notte Blu a Partinico con Legambiente

Oggi, 18 agosto, dalle 17,oo Partinico in festa per la prima edizione della Notte Blu. Una serie di eventi artistici, musicali, sportivi e culturali che hanno come filo conduttore il colore blu. Il Circolo di Legambiente “Gino Scasso” di Partinico organizza due appuntamenti con il filo conduttore dell’acqua: alle 18,00, in via Francesco Crispi “Blu” il ciclo dell’acqua, laboratorio di riciclo creativo per ragazzi, e alle 20,00 con partenza dalla fontana barocca degli ottu cannola, eperienza di trekking urbano con il “In cammino sui sentieri dell’acqua. “Far Conoscere un territorio per comprenderne la storia e le dinamiche, – dichiara il Presiente del Circolo Legambiente di Partinico Maria Teresa Noto – questo è ciò che

Maria Teresa Noto
Maria Teresa Noto

facciamo regolarmente come attività di circolo. Sabato 18 Agosto nel nostro Paese si svolgerà la prima notte blu, generalmente dedicata alla valorizzazione dello storico patrimonio tecnico-idraulico (o di ciò che oggi è rimasto), alla valorizzazione del bene acqua, dell’oro blu dei nostri giorni; notte dedicata a percorsi tematici guidati, laboratori didattici per bambini, musica dal vivo, spettacoli, mostre fotografiche e visite guidate a siti solitamente non accessibili al pubblico. Legambiente Partinico scende in campo con due eventi inseriti in un percorso di conoscenza e crescita culturale.
notteblu– Alle 18.00 ci ritroveremo in via Francesco Crispi con gli amici dell’associazione Il giardino di Beatan per dare spazio alla creatività dei bambini e creare splendide Lanterne in carta.
– Alle 20.00 appuntamento in piazza, davanti la fontana barocca di “l’otto cannola” per iniziare un trekking urbano alla volta di una parte delle antiche vie dell’acqua: una passeggiata per vedere i vecchi e naturali percorsi dell’acqua, commentando tutti insieme cosa è rimasto di visibile, o cosa sta sotto i nostri piedi. Ci sarebbe piaciuto farvi visitare uno dei serbatoi cittadini (la casa ri l’acqua), ma…sarà per la prossima volta.… chissà cosa scopriremo!
Anche i bambini che hanno realizzato le lanterne, – conclude Maria Teresa Noto – accompagnati dai genitori, potranno prendere parte al trekking, illuminando il percorso. Acqua è vita, acqua è risorsa… Oggi più che mai! Preserviamola, tuteliamola e non sprechiamola”!

Antonio Catalfio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.