Terrasini: “Il coraggio di scegliere” due civiche per Giosuè Maniaci

Backup_of_Backup_of_logo movimento civico terrasini Backup_of_Backup_of_logo movimento civico terrasiniTerrasini si può e Terrasini Insieme: due simboli che portano avanti la candidatura a sindaco di Giosuè Maniaci, 42 anni, tecnico di laboratorio, ex consigliere comunale d’opposizione nella travagliata legislatura di Mimmo Consiglio, hanno diramato un documento politico dove mettono l’accento sul coraggio di scegliere per dare un’alternativa all’attuale amministrazione. “Da alcuni mesi si è costituito un movimento civico politico che ha come obiettivo quello di proporsi alle prossime elezioni comunali come alternativa alla attuale amministrazione – inizia il documento-. Il fallimento del
sindaco Cucinella e della sua amministrazione è sotto gli occhi di tutti. Basta passeggiare per le vie del paese e per il nostro lungomare per rendersi visivamente conto di ciò che non va. Un paese sporco, non accogliente, con scarsi e insufficienti servizi. Servizi inesistenti a volte, che paghiamo con tasse inaudite!
In questi anni sono stati riproposti tanti programmi politici, da diverse forze politiche; tutti identici, gli uni agli altri, dal primo all’ultimo. Tutti incompiuti, anzi! Allora ci siamo chiesti cosa è mancato affinché questi programmi o almeno parte di essi si
realizzassero; la nostra risposta è il coraggio! Ed è il coraggio il nostro primo punto programmatico che anteponiamo a tutti gli altri”! I civici sottolineano alcuni dei punti programmatici da portare avanti nella prossima legislatura: “Il coraggio di compiere delle scelte forti, scomode a volte ma risolutive in tema di piano regolatore, di opere pubbliche come il sottopassaggio ferroviario ed il depuratore! Il coraggio di rendere efficiente e produttiva la macchina comunale a partire dal coinvolgimento dei suoi dipendenti! Il coraggio di chiedere agli enti sovracomunali quello che ci spetta quando ci spetta, tornando se necessario alla gestione comunale dei servizi ed evitando esperienze come l’ATO che hanno solamente impoverito le nostre casse! Il coraggio di mettere in atto quella vocazione turistica che Terrasini ha ma deve imparare a sfruttare! Abbiamo deciso di schierare nelle nostre liste giovani, professionisti, imprenditori, donne, tutti coloro che hanno voglia di spendersi in prima persona per Terrasini. Non c’è altro tempo da perdere; non possiamo permettere che questa amministrazione continui a far danni nei prossimi cinque anni. Per queste ragioni, siamo disponibili ad un dialogo serio e costruttivo con tutti gli altri soggetti politici che come noi hanno voglia di adoperarsi per una nuova Terrasini; a questi chiediamo di confrontarsi a viso aperto, evitando inutili tatticismi.
Noi abbiamo chiaro in mente chi possa guidare in prima persona il nostro progetto! Riponiamo la nostra fiducia in Giosuè Maniaci, uno di noi, un terrasinese in grado di portare le nostre idee, come diceva Abramo Lincoln, “tra la gente, con la gente, per la gente!”. Entra quindi nel vivo una delle candidature che si ventilavano da tempo. Il movimento civico che supporta Giosuè Maniaci è disponibile al confronto con gli altri soggetti politici che vogliono confrontarsi ad eccezione del sindaco uscente. Tra gli aderenti sono vicini al progetto Domenico Di Lorenzo, Giuseppe Manzella, Nunzio Maniaci, Mimmo Ventimiglia, Gino Maniaci, Mauro Palazzolo, Piero Faso.

Antonio Catalfio