Il girone di ritorno inizia bene. Battuto il Kamarina per 5-2

Asd Capaci United

Calamia 6.5 Di Gregorio s.v. D’Orio 9, Cappello 6.5 Giacomo Catalano 7 Restivo 8 Intravaia 6 Marretta 6.5 Caruso s.v. Montevago 7.5 Sorrentino s.v. Bruno 8.

Kamarina:

1 Di Quattro 4 Campo 5 Gulino 6 Iurato 8 Emmolo 10 Incorvaia 11 Alessandrà 18 Buzzone 22 Zisa 23 Agnello;

Tabellino

15′ 0-1 Incorvaia (KA);
20′ 1-1 Bruno (UC);
33′ 2-1 Restivo (UC);
35′ 3-1 Montevago (UC);
40′ 3-2 Campo (KA);
45′ 4-2 D’Orio (UC);
46′ 5-2 D’Orio (UC);

Risultato finale: Asd Capaci United 5-2 Kamarina;

Nella prima giornata di ritorno lo United deve vedersela contro il Kamarina, squadra che dopo il giro di boa occupa l’ultima posizione in classifica. L’avversario dunque sulla carta è abbordabile, tuttavia il campionato di C 1 ha da sempre riservato grosse sorprese e il pareggio dell’andata, è la conferma di quanto appena asserito. Qualora ce fosse stato bisogno, sul campo viene ribadito il concetto quando al 15′ Incorvaia intercetta un tiro cross e di destro supera Calamia con una conclusione sotto la traversa, 0-1 Kamarina. A sistemare le cose ci pensa Andrea Bruno, l’under rosanero al 20′ pareggia i conti con un piattone preciso finalizzando nel migliore dei modi l’assist di Restivo. Bruno dimostra, nonostante la giovane età, di essere una pedina fondamentale nello scacchiere rosanero rispondendo sempre nel migliore dei modi ogni volta in cui viene chiamato in causa. Nel finale di primo tempo lo United prova a spingere sull’acceleratore alla ricerca del goal del vantaggio, ma gli uomini di Mr. Zapparata impattano ripetutamente su un Di Quattro versione saracinesca. La prima frazione di gioco dunque termina 1-1 sotto un vero e proprio nubifragio, le condizioni meteorologiche proibitive risultano essere un vero e proprio fattore di giornata, tuttavia gli uomini in campo non si risparmiano e lo spettacolo non ne risente. Nella ripresa i padroni di casa partono subito fortissimo e al 3′ trovano la rete con Restivo abile nel chiudere al meglio un triangolo con Catalano, superando il portiere avversario con un tiro di punta sul primo palo. Gli ospiti non hanno nemmeno il tempo di metabolizzare lo svantaggio e al 5′ cadono per la terza volta per opera di Montevago, il numero 21 prima elude l’intervento del difensore avversario con una sterzata, poi, fulmina Di Quattro con un tiro di sinistro a mezza altezza che risulta imprendibile. Sotto di due reti tuttavia il Kamarina non molla un centimetro e al 10′ Campo realizza la rete del 3-2 direttamente su calcio di punizione, il numero 4 sul tocco di Zisa pesca l’incrocio dei pali e accorcia lo svantaggio. A metà secondo tempo gli ospiti sono nuovamente in partita, tuttavia a cancellare ogni loro speranza di rimonta ci pensa Roberto D’Orio il quale nel giro di due minuti realizza una doppietta. Infatti al 15′ il cecchino rosanero prima si esibisce con il pezzo forte della casa, punizione chirurgica da distanza notevole. Un minuto dopo ancora il numero 4, fucila Di Quattro con una bordata dal limite dell’area, sentenziato la sconfitta del Kamarina. Finisce così 5-2 per Cappello e compagni. Secondo posto conquistato ai danni del Mascalucia C 5, battuto in casa dalla capolista Futsal Regalbuto per 2-4. Adesso gli uomini di Mr. Zapparata devono preparare in settimana la difficile trasferta proprio contro il Futsal Regalbuto. Big match che dirà molto per il proseguo del campionato. Uno scontro al vertice che potrebbe riaprire i giochi per la testa della classifica in caso di un’eventuale vittoria dei palermitani, ma chiuderli definitivamente, in caso di sconfitta dando il via a una possibile fuga per Capuano e compagni. I punti che separano le due squadre al momento sono cinque, non ci resta che aspettare per vedere se diventeranno otto o come noi tutti ci auguriamo due. Appuntamento alla prossima settimana per vivere insieme questo spettacolare evento sportivo.

Appendice del tifoso, Giusepe De Rosa:
“Salve, debbo esordire dicendo che questo campionato è proprio strano, come già detto in precedenza, con squadre che sulla carta dovrebbero essere abbordabili vista la classifica, fatichiamo a sbrogliare la matassa, perchè gli avversari sapendo di incontrare gente a loro tecnicamente superiori, impostano la partita in modo semplice uniti e compatti. Fortunatamente la grandinata del secondo tempo, non ha bagnato le polveri del cannone di D’orio, che con due bordate micidiali ha steso gli avversari. La prossima sfida chiarirà, chi è il più bello del reame.
Ciao a tutti”

Risultati, classifica e prossimo turno:
http://www.futsalpalermo.com/index.php?option=com_joomleague&func=showResultsRank&p=53;
Primo tempo:

Secondo tempo:

Andrea Trapani

Ambrogio Conigliaro

Giornalista pubblicista, guida AIGAE ed esperto di educazione ambientale, nel 2005 fondo Il Vespro dopo aver collaborato per anni con Carini Oggi. Lavoro per Legambiente nella Riserva Naturale Grotta di Carburangeli.