Come il primo giorno di scuola, finalmente in presenza

L’inizio della scuola, da sempre è stato un momento decisivo, che segna l’inizio di un nuovo percorso.

Noi siamo delle alunne delle superiori e ci ricordiamo le emozioni provate il primo giorno che siamo entrate per la prima volta nella nostra scuola.

Eravamo molto spaesate e tutto per noi era nuovo. Ricordiamo le prime amicizie che abbiamo stretto con i nostri compagni, e la conoscenza dei professori: era tutto molto eccitante e strano, ma allo stesso tempo eravamo curiose e felici.

Oggi dopo tre anni non proviamo più le stesse emozioni dato che siamo cambiate noi, i nostri compagni e la scuola.

Lezioni in dad lo scorso anno

A causa del covid questi ultimi due anni li abbiamo trascorsi praticamente in didattica a distanza, tranne qualche mese passato in presenza. Quest’anno fortunatamente svolgeremo le lezioni in presenza, mantenendo pur sempre tutte le norme anti covid; infatti, al nostro rientro non abbiamo ritrovato il nostro caro compagno di banco. Vivere l’emergenza sanitaria causata dal virus ha comportato conseguenze pesantissime causate non solo dall’isolamento e dalla difficoltà di gestione della scuola a distanza, ma anche dalla totale impossibilità di far sentire la propria voce.  Pensando al futuro speriamo che un giorno non avremo più il bisogno di indossare la mascherina, che non ci ha permesso sino ad oggi di vivere a pieno. Speriamo che col tempo possa cambiare anche il sistema scolastico che, come ha messo in luce anche la DAD, ha dei lati negativi e dei lati positivi. Confidiamo che questo sistema subisca dei cambiamenti per poter soddisfare i bisogni della società odierna e migliorare complessivamente il sistema scolastico. La scuola rimane comunque una delle esperienze più intense che un ragazzo possa vivere, sia in positivo che in negativo. Speriamo di riuscire a viverla, nonostante tutto con maggiore serenità, ricordandoci di volgere lo studio ad una conoscenza che arricchisce non soltanto il nostro bagaglio culturale ma anche soprattutto la nostra persona.