23 Maggio 2024
CronacaPartinico

Terremoto nella DC siciliana di Cuffaro: arrestato il medico Agostino Genova, era assessore della democrazia cristiana a Partinico

È stato arrestato questa mattina all’alba dagli uomini del Comando provinciale della Guardia di Finanza di Palermo Agostino Genova, dirigente medico dell’Asp di Palermo e Assessore al Comune di Partinico della Democrazia Cristiana di Totò Cuffaro.

Agostino Genova, arrestato insieme ad altre cinque persone, a seguito dell’ordinanza cautelare emessa dal gip di Palermo su richiesta del procuratore capo Maurizio De Lucia per il reato di corruzione e falso pubblico.

I sei arrestati, tra i quali compaiono due medici e quattro faccendieri, avrebbero creato un efficace sistema corruttivo che grazie alla posizione ricoperta da Genova all’interno dell’Asp di Palermo, avrebbe consentito ai richiedenti di ottenere, in cambio di denaro, il riconoscimento dell’invalidità civile senza la necessaria verifica dei requisiti previsti.

Chi è Agostino Genova

Medico di 70 anni, nato a Partinico e Coordinatore dell’ufficio invalidi civili dell’Asp di Palermo, Agostino Genova è stato per vent’anni nelle file del centrodestra fino al recente avvicinamento alla Dc di Totò Cuffaro, che lo aveva investito del ruolo di responsabile dei rapporti con i partiti politici e le forze sociali per la provincia di Palermo.

Alle elezioni amministrative del dicembre 2022 per il Comune di Partinico, Agostino Genova aveva ottenuto la nomina di Assessore ai servizi demografici e rapporti con il consiglio comunale. Le deleghe sono state immediatamente ritirate dal Sindaco Pietro Rao, che ha chiarito l’assoluta estraneità dei fatti contestati al Genova in merito all’attività svolta al comune.

Alla notizia dell’arresto di Genova, Totò Cuffaro ha commentato:

La notizia dell’ordinanza cautelare emessa dal gip di Palermo su richiesta della Procura per corruzione e falso nei confronti di Agostino Genova ci lascia letteralmente basiti. A tutela della Democrazia Cristiana, della sua immagine e dei suoi iscritti Genova viene sospeso con effetto immediato dal partito e ci riserviamo, se i fatti dovessero essere confermati, di procedere alla sua espulsione

Al vaglio degli inquirenti ci sarebbero adesso centinaia di pratiche per il riconoscimento dell’invalidità indebitamente ottenuta in cambio di denaro col “sistema Genova” in quella che sembra essere soltanto la prima scossa di un terremoto giudiziario e politico destinato continuare nei prossimi giorni.

Michelangelo Marino

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.