4 Marzo 2024
CronacaPartinico

Partinico: omicidio Francesco Bacchi, figlio di tutti noi

A poche ore dall’efferato omicidio del giovane Francesco Bacchi, appena 19 anni, ucciso con animalesca violenza e nel pieno delle indagini delle Forze dell’Ordine che stanno delineando i contorni dell’episodio di eri notte davanti alla discoteca Medusa di Balestrate, percorre la mente di chi scrive, che ha un figlio coetaneo, il dolore dei genitori e di un padre, sottoposto alla misura di detenzione domiciliare che non può ancora abbracciare il proprio figlio.

Ed i toni del cielo di Partinico, così luminosi e che si incontrano con il verde delle campagne e il blu del mare, appaiono nemmeno grigi, ma incolori.

E ci si chiede se fa parte della notizia che Francesco sia il figlio “del re delle scommesse” e se questa sia una notizia.

Quale torto ulteriore facciamo a questo ragazzo che in questo momento si trova in una fredda camera mortuaria dell’ospedale civico di Partinico e al padre che si vede associare alla notizia tragica del proprio figlio una colpa che, sicuramente non è di un ragazzo che progettava una vita da vivere e dei sogni da afferrare.

Perché aggiungere “il torbido”?

Qual è la necessità di intorbidire una tragedia condendola di particolari ininfluenti e dannosi, perchè oggi Francesco è anche figlio mio e figlio di una comunità intera.

Le risse ci sono state da sempre, ma mai nessuno si sarebbe sognato di infierire su di un ragazzo a terra, con totale disprezzo della vita che è solo l’apparire, il mostrarsi più forte, una mafiosità negli atteggiamenti che supera persino la mafia stessa.

Non serve chiudere le discoteche, militarizzare un territorio che ha una piaga diffusa ed inquietante a Partinico come a Palermo, nel disprezzo della vita, l’associarsi supino al più forte, al vincente, in una stupida rincorsa verso traguardi che non hanno un futuro.

Il compito della scuola

La scuola fa la sua parte ogni giorno, ma è  forse responsabile inconsapevole nell’esaltare le eccellenze, i traguardi effimeri, i voti, i premi elargiti a piene mani.

Istituite un premio alla solidarietà, al volontariato, alla generosità come valori assoluti verso cui tendere. E Francesco è stato generoso forse nel difendere un amico, con le parole e non con le mani.

Iniziare un percorso inverso sui valori della vita e sul rifiuto della squallida violenza sarà il miglior riconoscimento verso questo ragazzo che guarda forse adesso stupito di non essere a casa sua ma solo in una fredda camera di un ospedale in una sera di gennaio stranamente mite, ma che gela i nostri cuori.

Interroghiamoci allora sul giornalismo sensazionalista e non mediato dalla riflessione e se è giusto deontologicamente aggiungere particolari che ammorbano di curiosità il lettore.

Ciao Francesco, figlio di tutti noi.

Antonio Catalfio

3 pensieri riguardo “Partinico: omicidio Francesco Bacchi, figlio di tutti noi

  • Katia Di liberto

    Non potevi descrivere meglio di cosi il pensiero di molti lettori.
    Francesco figlio di tutti

    Rispondi
  • Rosalia Ciminello

    L’ urlo di dolore per questa vita negata a causa della bassezza toccata ormai a questa mostruosa umanità, è oggi ,straziante nei cuori di chi ha perso una perla di figlio ma anche in quello di tutti noi genitori che continuiamo a dare dei valori moralmente giusti ai nostri figli mentre ogni giorno, viviamo il senso di colpa di non averli invece ” armati “al nemico subdolo che si cela a ogni angolo, appena fuori la porta di casa.
    Abbia la dignità di chiede scusa, colui , che ha avuto l’ indelicatezza di scrivere quel testo.
    Spero, non sia un genitore!
    A scuola, torni l’educazione civica, tornino gli oratori.
    Tutti i carabinieri impiegati stamattina davanti la camera mortuaria, avrebbero potuto , girare a ronda durante la scorsa notte..più sicurezza, più attenzione, più protezione chiediamo per i nostri ragazzi che devono poter vivere in un mondo migliore.

    Rispondi
  • Maria Rosa Riina

    Io da mamma di un figlio ventenne, così come Francesco calmo, educato molto sensibile, rimango con il cuore lacerato, x Francesco e il figlio di tutti noi…. Mi chiedo nn abbiamo fatto un buon lavoro da genitori visto con quale violenza ha ucciso un ragazzo che splendeva alla vita….. Nn ci sono attenuanti, ne sconti, deve stare in galera x tutta la vita, ma come una volta nn gli e dovuto, ha tolto x sempre la vita al nostro Francesco 👏💔🙏

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.