4 Marzo 2024
PartinicoSpettacoli e Cultura

‘I sentieri dell’isola’: il 7 febbraio Marina Castiglione al Liceo ‘Santi Savarino’

Mercoledi 7 febbraio, alle 11,10, inizia il progetto”Lingue, culture, identità on Sicilia.I Sentieri dell’Isola. Fra letteratura arte e scienza”. Itinerario nei Parchi letterari della Sicilia, in attuazione della Legge Regionale 9/2011 di cui il Liceo di Partinico è stato uno dei primi attuatori con incontri e iniziative culturali di altissimo livello. Si inizia col prestigioso contributo di Marina Castiglione con “Il racconto della Sicilia centrale nei letterati del Novecento”È il primo di un ciclo di incontri previsti dal calendario di attività del progetto d’Istituto “Lingue, culture, identità in Sicilia” nell’ambito del percorso I sentieri dell’Isola. Itinerari nei Parchi letterari della Sicilia”, che avrà luogo nell’Auditorium “M. G. Alotta”, alla presenza del Dirigente Scolastico prof.ssa Lucia La Fata, gli studenti delle classi 2ªA – 4ªA – 4ªB – 4ªC – 4ªE – 5ª B – 5ª T- 5ª L – 5ª N – 5ª F – 5ª O – 5ª P e i docenti del Dipartimento di lettere Laura Bonura (referente L.R.9/2011), Caterina Brigati, Federica Calandra, Tiziana Campisi, Valentina Gennaro, Marianna Lo Medico, Margherita Lo Piccolo, Samuele Peri, incontreranno la prof.ssa Marina Castiglione, ordinario di linguistica italiana presso l’Università degli Studi di Palermo, sul tema: “Il racconto della Sicilia centrale nei letterati del Novecento”. L’immagine multiforme dell’area nisseno-agrigentina, ricca di suggestioni mitico-leggendarie, verrà restituita attraverso i testi e le riflessioni di alcuni tra i più importanti autori della letteratura europea, Nino Savarese, Pier Maria Rosso di San Secondo, Leonardo Sciascia, Luigi Pirandello.

“Uno dei filtri tematici più interessanti – dichiara Laura Bonura – e produttivi per proporre la scrittura letteraria di autori anche siciliani, si sa, è il racconto dei luoghi, quelli reali, quelli inventati o reinventati, quelli dell’infanzia o dell’anima che di solito riaffiorano nella lingua madre carica di umori e suggestioni arcane. Vedremo che alcuni nomi si rincorrono da un autore all’altro in un gioco di citazioni (Petra di Savarese e Regalpetra di Sciascia). Attraverso le pagine di alcuni autori siciliani molto noti alcuni, un po’ meno per i nostri studenti, ma che anche grazie a questo incontro lo diventeranno, e accomunati dalla provenienza dalla medesima area centrale della Sicilia, verrà delineato il racconto dell’area centrale della Sicilia che presenta delle costanti, delle marche che il tempo sembra non cambiare. L’immagine multiforme dell’area nisseno-agrigentina, ricca di suggestioni mitico-leggendarie, viene, dunque, restituita attraverso i testi e le riflessioni di alcuni tra i più importanti autori della letteratura europea, Nino Savarese, Pier Maria Rosso di San Secondo, Leonardo Sciascia, Luigi Pirandello e attraverso la sapiente analisi che ne fa la professoressa Castiglione che ringraziamo per la generosa disponibilità che rinnova negli anni accettando i nostri inviti e sostenendo e guidando le nostre iniziative di ricerca insieme al prof. Giovanni Ruffino”.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.