Carini: ordinanza di divieto di detenzione animali

Uno dei 2 pitbull salvati

Il Sindaco di Carini, attraverso l’ordinanza n.2 del 22 febbraio 2022, ha vietato ad un cittadino carinese la detenzione a qualsiasi titolo, anche temporaneo, la detenzione di qualsiasi animale.

Il provvedimento è stato reso necessario a seguito delle numerose segnalazione della sezione di Carini  dell’E.N.P.A. – Ente Nazionale Protezione Animali poiché il soggetto, proprietario di 3 pitbull, avrebbe rinunciato alla proprietà degli stessi per motivi economici (dopo che uno dei 3 cani è deceduto).

Gli operatori E.N.P.A. Sezione di Carini hanno condotto i 2 cani rimasti vivi, ormai ridotti all’osso, al comando della Polizia Municipale richiedendone l’ingresso al canile sanitario di zona e l’avvio di un provvedimento volto a vietare che soggetti con situazioni simili potessero ancora prendere animali.

Uno di questi animali, anziché in canile, è stato preso in affidamento dai volontari dell’associazione Balzoo di Palermo.

Il secondo pitbull salvato

Pochi giorni dopo avere “rinunciato” alla proprietà dei 2 animali (o ciò che ne rimaneva) verso il comune di Carini come previsto dalla L.R. 15/2000, il soggetto ha provveduto a procurarsi un altro cane, sempre di razza molossoide, in spregio a tutto il lavoro svolto dall’E.N.P.A. Sezione di Carini ha fatto.

Il provvedimento è stato un emanato a seguito di un lavoro di collaborazione fra E.N.P.A., servizio veterinario ASP di Carini, Comando stazione dei Carabinieri di Villagrazia di Carini, comando di Polizia Municipale di Carini.

Per altro sull’immobile sono in corso delle verifiche in corso in quanto trovandosi sul lungomare è possibile che si tratti di un edificio per il quale sono in itinere le procedure per la demolizione.

Da quando ho memoria, credo sia la prima ordinanza di questo genere” – afferma Paride Martorana presidente della sezione di Carini dell’E.N.P.A. – “e per questo ringrazio tutte le forze dell’ordine, i veterinari ASP e con molta sincerità il primo cittadino di Carini, Giovì Monteleone. con il quale spesso ci si scontra.

Ambrogio Conigliaro

Giornalista pubblicista, guida AIGAE ed esperto di educazione ambientale, nel 2005 fondo Il Vespro dopo aver collaborato per anni con Carini Oggi. Lavoro per Legambiente nella Riserva Naturale Grotta di Carburangeli.