14 Luglio 2024
CariniPrimo piano

Carini ed i bizzarri divieti di Ferragosto. No alla Coca Cola si alla coca!

Ci risiamo con le ordinanze creative dei sindaci. Come ogni anno, in prossimità di Ferragosto, ci si sbizzarrisce ad emanare ordinanze non rispettabili sia per carenza di personale sia per estensione territoriale.

Come sempre Carini fa da capofila, con l’ennesima ordinanza che sembra presa da Lercio, ma che in realtà supera la satira e le fantasie più sfrenate.

Con l’Ordinanza Contingibile ed Urgente n° 39 del 10/08/2023 il Sindaco di Carini, Giovì Monteleone, è vietata la vendita su tutto il territorio per i giorni 14 e 15 agosto di BEVANDE DA ASPORTO ALCOOLICHE E NON ALCOOLICHE, nonché la vendita di BOTTIGLIE DI SUPERACOOLICI. Consentita solo la vendita con mescita sul posto.

Quindi, applicando alla lettera l’ordinanza, è vietata la vendita di qualsiasi bottiglia o lattina di bibite di qualunque genere, dalla Coca Cola alla Gazzosa… in teoria pure dell’acqua.

Ma si va oltre.

Dalle ore 7:00 del 13 agosto alle ore 7:00 del 15 agosto è vietata a qualsiasi titolo la detenzione ed il trasporto con qualunque mezzo di: LEGNA, CARBONE, CARBONELLA… e qualsiasi altro materiale che possa anche astrattamente servire all’accensione di fuochi…

Attenzione quindi ad andare in giro armati di fiammiferi o accendini, ancora peggio se avete appresso 2 pezzetti di legno, rischiereste un aggravante del reato, visto che potreste utilizzarli per accendere il fuoco per strofinamento o come materiale combustibile.

Per fortuna la legge vi consente di portare, tranquillamente nelle fantastiche spiagge di Carini:

(ai sensi del decreto del Ministero della Salute pubblicato sulla Gazzetta ufficiale n. 95 il 24 aprile 2006, son stabiliti come limiti massimi)

  • 250 milligrammi di principio attivo per l’eroina, corrispondenti a circa 1,7 grammi di sostanza lorda e a 10 dosi
  • 750 milligrammi di principio attivo per la cocaina, circa 1,6 grammi lordi e 5 dosi;
  • 500 milligrammi di principio attivo per la cannabis, marijuana, hashish che corrispondono a 5 grammi lordi e a 15-20 “spinelli”;
  • 750 milligrammi (5 compresse) di principio attivo per MDMA (l’ecstasy);
  • 500 milligrammi (5 compresse) di principio attivo per l’anfetamina;
  • 0,150 milligrammi di principio attivo, cioè 3 “francobolli” per Lsd

Usatele con parsimonia, unico modo per vedere la costa recuperata, con i suoi lidi affollati ed il mare pulito.

E fate attenzione voi, spacciatori di carbonella: a Carini rischiate sanzioni tra i 500 ed i 5.00o euro.

Ambrogio Conigliaro

Giornalista pubblicista, guida AIGAE ed esperto di educazione ambientale, nel 2005 fondo Il Vespro dopo aver collaborato per anni con Carini Oggi. Lavoro per Legambiente nella Riserva Naturale Grotta di Carburangeli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.