17 Giugno 2024
Cronaca

Carini: “Le Vie dei Tesori” tra cani e gatti

“Le Vie dei Tesori, tra cani e gatti”. È questo il titolo provocatorio della campagna lanciata dalla sezione di Carini dell’ENPA, l’Ente Nazionale Protezione Animali.

Una delle locandine provocatorie

“Cani carinisi, ne conosciamo di fama solo uno: Whisky, che riceve attenzioni e cure dall’ ente comunale, anche in periodi difficili” – ci dice Paride Martorana responsabile della sezione carinese. – “Stessa disponibilità non è concessa ad altri cani e soprattutto ai gatti randagi, mai soccorsi.

Attualmente se un cittadino rinviene un cane vagante, bisognoso di cure, o se lo stesso viene investito, non riceverà nessun soccorso: E muriu u cani – cit.”

L’altra locandina

Un contenzioso economico dura da anni tra la ditta che gestisce il canile ed il Comune di Carini e per il quale non si riesce a trovare una soluzione che non sia l’interruzione del servizio.

A soccorre i pelosetti ci pensano cittadini sensibili, volontari animalisti e l’ENPA, che di recente è stata costretta a chiudere l’infermeria felina in via Rosolino Pilo a Carini poiché satura di emergenze.

Sono già state intraprese tutte le azioni legali possibili, ma una denuncia purtroppo non permette il soccorso dell’animale. A far da parafulmine è il comando della Polizia Municipale, che ormai non riesce neanche a sopperire alle numerose segnalazioni e che comunque non saprebbe come comportarsi una volta accertata una situazione di emergenza riguardo gli animali – ha concluso Martorana.

La campagna provocatoria è stata lanciata dalla sezione di Carini di ENPA per chiedere alle istituzioni di svegliarsi e fare qualcosa.

Ambrogio Conigliaro

Giornalista pubblicista, guida AIGAE ed esperto di educazione ambientale, nel 2005 fondo Il Vespro dopo aver collaborato per anni con Carini Oggi. Lavoro per Legambiente nella Riserva Naturale Grotta di Carburangeli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.